Consigli per gli sposi

Emozioni: questo è lo scopo che la musica deve suscitare durante la cerimonia ,mettere in risalto i momenti salienti del rito, contribuendo al successo delle nozze.

L’esecuzione dei brani scelti deve essere perfetta, curata nei minimi dettagli ed è per questo che è preferibile affidarsi a musicisti esperti, possibilmente diplomati al conservatorio e con anni di esperienza.

La scelta del tipo di musica che si andrà ad eseguire è, senza dubbio, la classica, quella più consona al luogo in cui ci si trova.
Dovrete adesso decidere quali e quanti strumentisti creeranno la giusta atmosfera alla vostra cerimonia.
Partendo dalla voce del solista, strumento base e certamente quello di maggiore impatto emotivo, troviamo come strumento più utilizzato, il pianoforte. L’inserimento del violino e/o del flauto, vanno a completare un piccolo gruppo musicale.
Di accompagnamento alla voce troviamo anche il quartetto d’archi o l’arpa.
L’utilizzo della tromba concederà alla cerimonia quel tocco in più di solennità.

Sicuramente, chi opera nel settore, ha la possibilità di farvi ascoltare brevi registrazioni da loro realizzate, dandovi così l’idea della capacità degli esecutori ma, se ciò non bastasse,dei bravi professionisti saranno sicuramente disponibili per una dimostrazione dal vivo.
Sarà cura dei musicisti aiutarvi nella scelta della scaletta musicale, chiarendo ogni dubbio sui momenti in cui verranno eseguiti i brani selezionati.
Nulla vieta l’eseguire un brano, certi della cortesia del celebrante, non inserito nel repertorio, ma al quale voi siete legati e che certamente riveste un significato più profondo.
Nel caso gli sposi decidessero di far leggere una poesia ,il sottofondo musicale diventa d’obbligo.

Infine accertarsi che nel luogo dove si svolge il rito nuziale, sia religioso che civile (sala comunale,giardino o altro), vi sia un sistema di amplificazione tale da consentire l’ascolto della cerimonia, delle musiche di accompagnamento o la lettura di poesie .